Li dietro al Grandstand

E poi ti capita, complice un addio al celibato un po’ moto-articolato, di ritrovarti li, nel tempio del motociclismo, nel posto che dal 1907 accoglie gente da ogni dove per assistere alla mortale corsa in moto della vita. Di video pieni di salti, incidenti, tachimetri che segnano mph incovertibili in km/h ne è pieno il web. Io voglio soffermarmi su altro, tralasciare le gesta eroico-suicida per soffermarmi su quelle tecnico-sociali.

Grandstand, letteralmente sono le “tribune”, in questo caso “la tribuna” per eccellenza del Tourist Trophy, ma subito dietro di esse si cela un mondo diverso, autentico, genuino, di passione! Un mare di tende, camper, gazebi brulicante di motori, telai, caschi e penumatici ma soprattutto pieno di uomini e donne che vivono di moto e motori. Mai mi sarei aspettato di poter girare liberamente tra essi, sbirciando e chiedendo qua e la di questa e quella moto, senza aver al collo un super-extra-figo-expansivissimo pit walk cazz di pass!!!

Grazie Tourist Trophy, grazie al backstage del Grandstand. Se mai potrò sempre tornerò a dare il mio contributo di pochi spiccioli a quei ragazzi francesi che col sidecar sollevato su cassette della frutta, sotto una tenda piena di spifferi, con un salvadanaio a dare il benvenuto ai passanti, hanno montanto, smontanto, carburato, regolato, corso, sudato, riso e pianto solo per la passione dei motori.

  

  

  

  

  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...